L'intervista a
Giampietro Sartori

di professione oste , lavoro nel locale di famiglia che si chiama "caffe roma" e si trova a Marostica ( VI )

Cosa ti ha spinto a partecipare al concorso Artista del panino?

Ho trovato interessante questa competizione, il panino italiano sta riscuotendo un notevole successo internazionale ho voluto mettermi in gioco perché diciamo la verità era da tempo che volevo togliermi un sassolino dalla scarpa ( a volte non si è capiti ma questa volta è andata bene ).

Cosa ha rappresentato per te il concorso e cosa ha significato vincere il concorso? Racconta le tue emozioni

Grande soddisfazione perché la competizione aveva dei giudici molto competenti; sono un ammiratore dello Chef Moreno Cedroni e ammiro molto la sua cucina creativa, mentre di Chef Rubio sono un suo grande fans! Della Sig.ra Peronaci, invece prendo spunto volentieri dalle sue ricette.

Dove hai preso ispirazione per la ricetta con la quale hai vinto la competizione?

In questo periodo è molto di moda il Brunch in stile anglosassone, anche se nel nostro paese si consuma come una colazione + pranzo dolce e salato. Per la mia ricetta mi sono ispirato al mondo rurale contadino della mia terra veneta, dove mio nonno prima di andare al lavoro si preparava una frittata con del salame e della frutta secca e sorseggiava un grappino

Come è cambiata la tua vita dopo la vittoria? 

Il concorso mi ha dato molta visibilità grazie ai tanti articoli che sono usciti sulla stampa locale e nazionale si è inoltre aggiunta una buona visibilità sui social.

Cosa consigli ai futuri partecipanti al concorso?

Questo è quello che direi a loro; la VANDERMOORTELE - AGRITECH rifornisce veramente dell'ottimo pane per il concorso , ma sta a voi essere un po’ folli e originali facendo vedere la vera vostra personalità , solo così diventerete il prossimo artista del panino

Cosa ne pensano i vincitori

"È stato emozionante fin dal primo momento, dalla mail di ammissione alla finale con i 10 partecipanti. Mi sono sentito elettrizzato."

LEGGI L'ARTICOLO DI
MARCO CARRIERI